tasso di successo della tecnica di implantologia all-on-4

Quale è il tasso di successo della tecnica di implantologia All-on-4?

Il tasso di successo della tecnica implantologica All-on-Four, grazie alla procedura standardizzata secondo un preciso protocollo, è estremamente elevato.

La tecnica di implantologia All-on-Four, ideata negli anni 90, consente la riabilitazione estetica e funzionale delle arcate dentali nei soggetti caratterizzati dalla totale mancanza di denti naturali o dalla presenza di elementi gravemente compromessi.

Questa tecnica permette di beneficiare in tempi brevi di una protesi fissa, ancorata a soli quattro pilastri protesici per arcata, riducendo il disagio del paziente in termini biologici ed economici.

Gli studi scientifici più recenti condotti negli anni su migliaia di pazienti in tutto il mondo hanno dimostrato che i risultati nel lungo termine, ottenibili con la metodica All-on-Four, sono sovrapponibili a quelli degli impianti tradizionali. Il tasso di successo della tecnica implantologica All-on-Four, grazie alla procedura standardizzata secondo un preciso protocollo, è estremamente elevato. In particolare, gli ultimi dati clinici relativi a questa metodologia evidenziano oggi un successo protesico pari al 100%, con un tasso di successo degli impianti nell’osso mandibolare del 99% e del 97-98% di quelli inseriti nell’osso mascellare.

L’esigua percentuale di insuccesso di questa procedura non comporta in nessun caso il ritorno alla protesi mobile per il paziente nè la perdita degli impianti, ma può essere necessario un nuovo posizionamento, soprattutto nei soggetti più esposti al rischio di peri-implantite o al mancato attecchimento osseo degli impianti. Gli ultimi dati clinici dimostrano che tale eventualità si manifesta con maggiore frequenza nei pazienti fumatori o con scarsa igiene orale e nei soggetti interessati da gravi forme di patologie del parodonto.

Rispetto all’implantologia tradizionale, con la tecnica All-on-Four è possibile aggirare gli ostacoli alle metodiche classiche: i problemi legati alla riduzione qualitativa e quantitativa dell’osso mandibolare o mascellare e la necessità di innesti ossei vengono superati grazie alla particolare inclinazione degli impianti protesici posteriori, in grado di garantire stabilità e durata nel tempo a questo tipo di tecnica implantologica. Già i primi risultati clinici risalenti agli studi scientifici del 1993 avevano evidenziato la stessa funzionalità e validità nel lungo periodo degli impianti inclinati rispetto a quelli posizionati in parallelo, tipici delle procedure tradizionali.

Guarda le testimonianze di alcuni nostri pazienti trattati con la tecnica All-on-Four

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>